If you are looking for a reliable best proxy hosting you should read hosting reviews on web hosting review sites.

Bröchin

Stampa
Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Fiorenzo Toso Visite: 2283

Richiesta di Paolo, Genova

La parola bröchin (secondo la grafia tradizionale genovese, per la quale la o con dieresi va pronunciata lunga) è variamente diffusa in tutta la Liguria centrale (oltre a Genova, ad es. ad Arenzano e Pietra Ligure), anche nella forma bruchin (ad es. a Loano, Savona, Varazze, e in Val Graveglia). La prima attestazione risale al 1851, quando la prima edizione del vocabolario del Casaccia la registra per indicare un certo tipo di stivaletto. Oggi significa essenzialmente 'scarpone chiodato'. La voce non è esclusiva dell'area ligure, e la si ritrova in diversi dialetti italiani anche se con forme diverse: ad esempio in piemontese, alessandrino, pavese, manotovano, lucchese, calabrese e siciliano; l'italiano stesso ha questa parola nelle forme brodocchino e borzacchino. La voce è riconducibile al francese brodequin, 'stivaletto', che si riconosce facilmente nella forma italiana brodocchino e in quella piemontese brodchin, che potrebbe essere stata il tramite per l'assunzione in area ligure (brodchin > brochin, e la caduta della -d- spiegherebbe l'allungamento della vocale precedente); in genovese e ligure vi è stato comunque l'influsso della parola brochetta 'bulletta, chiodo da scarpe' che ha un'altra origine, e che va connessa (per metatesi) con l'italiano borchia. Quanto alla parola francese brodequin, l'etimologia è incerta: essa compare per la prima volta nel sec. XIV nella forma broissequin, che passa in seguito a brodequin per influsso del verbo broder 'ricamare' (perché questo tipo di suole lascia dei "ricami" sul terreno). Questo broissequin potrebbe essere un prestito e alterato dall'olandese broseken, diminutivo di brosen 'scarpa'. Secondo un'altra ipotesi la voce francese broissequin / brodequin sarebbe connessa con lo spagnolo borceguí, che indica un altro tipo di calzatura, ma questa parola compare solo nel XV secolo, il che fa pensare che si tratti a sua volta di un prestito dal francese o dall'olandese, anche se secondo alcuni sarebbe invece di origine orientale.

Copyright © 2018 La civiltà della forchetta. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Joomla 1.7 Templates designed by Reseller Hosting Reviews