If you are looking for a reliable best proxy hosting you should read hosting reviews on web hosting review sites.

Uno straordinario "ricettario impossibile" dai bambini di Carloforte

Stampa
Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Sergio Rossi Visite: 2414

Non capita spesso di trovare qualcosa di veramente originale nel campo del cibo. O forse capiterebbe, ma questo mondo è talmente spettacolarizzato che si finisce per non vedere oltre la “cortina fumogena”. Qualche giorno fa, un amico di Carloforte (nell’isola di San Pietro, in Sardegna) mi ha regalato un libricino che ho trovato davvero splendido. Si tratta del frutto di un lavoro promosso dal Centro Aggregazione Minori di Carloforte, coordinato da Rosangela Plaisant e Chicco Angius (colui che mi ha regalato il libricino). Il titolo è Ricette fantasiose a base di tonno e i due coordinatori raccontano che l’idea è nata per caso, durante una normale giornata di apertura del centro. Lo stimolo è stato offerto dal Girotonno, importante manifestazione internazionale dedicata al tonno, che da qualche anno richiama un folto pubblico sull’isola di San Pietro. Tornando al libricino, si tratta in pratica di una serie di ricette a base di tonno, ideate nella massima libertà e senza alcun condizionamento, dai bambini. E anche se in premessa i coordinatori chiariscono che l’idea è venuta all’improvviso e le animatrici del centro non l’hanno anticipata ai bambini proprio per non influenzarli, lo si capisce comunque benissimo leggendo le ricette: è come se le si sentissero raccontare dalle voci dei loro piccoli ideatori. Il tutto è stato poi inserito in una veste grafica molto appropriata e gradevole che valorizza il lavoro e non ne stravolge la natura, anche perché si basa proprio sui disegni fatti dagli stessi bambini. Insomma, qualcosa di molto apprezzabile che credo avrebbe meritato una presentazione ad hoc di sicuro successo.
Le ricette sono a dir poco spassose. Gli ingredienti mescolati con una fantasia che sfida quella degli “chef” più estrosi, le dosi assolutamente incontrollate e le cotture improbabili, eleggono questo “miniricettario impossibile” a vera e propria chicca. Qualcosa di dirompente e gioioso, innocente e raffinato che è un piccolo capolavoro di spontaneità. Credo che tutti i protagonisti, e il progetto in se, meriterebbero un premio. E credo anche che questo modello potrebbe essere esportato per riprodurre altri lavori simili.
Chi lo sa fare, potrà anche leggere nelle ricette l’attualità vissuta da questi bambini e quindi trarne chissà quali riflessioni psicologiche sulle “pressioni sociali” a cui essi sono sottoposti. Ma questo è lavoro da professionisti; per la gente normale si tratta solo di un progetto lodevole ed esemplare che merita la più ampia eco e il più sincero plauso.

Copyright © 2018 La civiltà della forchetta. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Joomla 1.7 Templates designed by Reseller Hosting Reviews