If you are looking for a reliable best proxy hosting you should read hosting reviews on web hosting review sites.

Tutto in uno: gastronomia, enoteca Claudio e ristorante Il merlo

Stampa
Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Sergio Rossi Visite: 3280

La presentazione del libro sui tartufi mi ha portato in un locale davvero “speciale”, uno di quei posti dove ci si trova bene fin dall’inizio, senza riserve.
Arrivando di notte dalla strada provinciale numero 1, che collega Viareggio a Camaiore, si ha l’impressione di attraversare una zona di campagna, non certo marginale, ma comunque sempre estranea al tessuto urbano: poche case qua e là, alcuni piccoli agglomerati sparsi, un’azienda di giocattoli illuminata per le feste natalizie e infine un piccolo centro abitato dove spunta la bella sorpresa della Gastronomia Claudio.
Si perché il ristorante Il merlo è adiacente un fornitissimo negozio con enoteca capace di impressionare anche i gourmet più esigenti. Ho avuto il tempo di farmi un giro fra le vetrine e gli scaffali del negozio e, come si dice, mi sono rifatto gli occhi fra paste artigianali, formaggi e salumi pregiati, burro della Normandia, cioccolato esclusivo e mille altre specialità che sarebbe lungo e noioso elencare.
Ecco, entrare in un locale del genere mette allegria nonostante il momento di crisi generale.
Mi è tornato alla mente il negozio di alimentari dei miei nonni, collegato alla trattoria di famiglia, qualcosa non inconsueto negli agglomerati rurali affacciati su vie di comunicazione di una certa importanza. E sono stato davvero felice di constatare che c’è chi ha scelto di puntare sull’eccellenza portando fuori dal centro abitato le proprie proposte: è un bel modo di decentrare il valore del buon cibo, dando visibilità al territorio ed esprimendo un esempio concreto di attività economica viva e strutturata.

Passando poi alla cucina, l’impressione positiva si è riconfermata nell’apprezzamento per i piatti proposti, tutti ben al di sopra della media. Due in particolare mi sono parsi “oltre le nuvole”: i ravioli di borragini e ricotta del pastore, conditi con burro di Normandia e tartufo bianco di San Miniato, e l’uovo strapazzato, singolare e molto apprezzato – servito all’interno dell’uovo stesso, appositamente aperto sulla sommità – sempre arricchito dal “bianco” pregiato fornito dalla storica azienda Savini di Forcoli, titolare, fra l’altro, del doppio guinness, per aver ritrovato il tartufo più grande di sempre (1497 grammi!) e per la cifra più alta mai raggiunta da un solo tartufo: 330.000 dollari, devoluti interamente in beneficenza.
Insomma, il cuoco (odio la parola chef!) e padrone di casa, Angelo Torciglioni (con il quale collabora tutta la famiglia), ha proposto una cena indimenticabile accompagnata da vini all’altezza della situazione, tutti ovviamente disponibili nella cantina dell’enoteca.
A tutto ciò si è aggiunta la cosiddetta ciliegina sulla torta, ovvero la splendida presentazione fatta dalla giornalista dell’Espresso Eleonora Cozzella, la quale ha voluto onorare il mio libro – e me stesso – con una intensa e gradevole esposizione, molto apprezzata dai commensali e, ovviamente, dal sottoscritto. Le sue riflessioni sul mondo dei tartufi e i racconti appassionati di Cristiano Savini mi hanno tenuto buona compagnia durante il viaggio di ritorno verso casa, alleggerendo di molto la fatica.

Gastronomia Da Claudio - Ristorante Il merlo
Via Provinciale, 45
Camaiore
Tel 0584 989069
Aperto giovedì, venerdì e sabato solo la sera

Genova, 13 dicembre 2011
Sergio Rossi

Copyright © 2018 La civiltà della forchetta. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Joomla 1.7 Templates designed by Reseller Hosting Reviews