Rubrìca o Rùbrica?

Stampa
Valutazione attuale:  / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Fiorenzo Toso Visite: 4676

Richiesta di Vittoria, Firenze

"Rubrica" significa in primo luogo "titolo in rosso dei diversi capitoli di un'opera manoscritta" (dal sec. XIII), da cui "indice di un'opera" e successivamente "libretto per ordinare appunti e indirizzi alfabeticamente" (1918), e "sezione specialistica di un giornale o di una trasmissione".
"Rubrica" è in italiano una parola di origine dotta, derivata dal latino "rubrica" (dall'aggettivo ruber che significa "rosso"), sostantivata dalla locuzione "rubrica terra", ossia "terra rossa", quella da cui si otteneva il colore per scrivere i titoli. L'incertezza nella posizione dell'accento, tra "rubrìca" e "rùbrica" è legata proprio all'origine colta della parola, che in passato era usata prevalentemente nell'uso scritto e perciò priva di un'effettiva tradizione di pronuncia. Le precettistiche e i dizionari italiani sembrano preferire la pronuncia "rubrìca", ma ambedue le forme sono ammesse nell'uso.