If you are looking for a reliable best proxy hosting you should read hosting reviews on web hosting review sites.

Axillo

Stampa
Valutazione attuale:  / 4
ScarsoOttimo 
Scritto da Fiorenzo Toso Visite: 4022

Richiesta di Francesca, Genova

La parola è difficilmente traducibile in italiano, indica uno stato di eccitazione, di agitazione gioiosa, qualcosa come l' "invexendo" che è un altro termine nostro che non ha un esatto corrispondente. Deriva dal latino classico *ASILLUS che è una variante del classico ASILUS che vuol dire "tafano", e che assume spesso in altre lingue neolatine il significato di "stato di eccitazione provocato dalla puntura dell'insetto": in pratica, per il genovese si è passati da un'accezione negativa a una positiva, trasformando lo stato di irrequietudine febbricitante provocata dalla puntura del tafano in una allegria un po' eccessiva ma tutto sommato gradevole per chi ne è coinvolto. La parola è documentata a partire dal XVII secolo in poesie e testi teatrali di Giangiacomo Cavalli, Giuliano Rossi e Giovanni Andrea Spinola: nel melodramma "Europa" di quest'ultimo autore, si legge ad esempio "mæ patronna ha l'axillo" (la mia padrona è eccitata, detto da una cameriera), che sottintende un significato erotico.
In vari dialetti liguri esiste anche la variante azuggio (da leggere azüggiu), che deriva da *ASILEUS che è un'altra variante del latino classico ASILUS: essa significa sia "allegria smodata" sia, qua e là, "tafano" (ed è questa la definizione che ne dà il vocabolario dell'Olivieri, nel 1851, definendola "voce del contado"). Da qui il verbo azuggiâ "fare chiasso". Come si vede, la connessione tra "allegria smodata" e "tafano", "puntura di tafano" è quindi ampiamente confermata.

Copyright © 2018 La civiltà della forchetta. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Joomla 1.7 Templates designed by Reseller Hosting Reviews